Home / Economia / Lingotti d’oro: l’investimento nell’oro
oro e diamanti

Lingotti d’oro: l’investimento nell’oro

È il bene rifugio per eccellenza. Quello che, soprattutto nelle fasi più critiche dei mercati finanziari, offre la massima solidità. L’oro, è da sempre il principale strumento di investimento per coloro che non amano i rischi della speculazione finanziaria perché privilegiano la tenuta di un investimento dal rendimento sicuro. Al di là delle oscillazioni del suo valore infatti, l’oro è destinato nel tempo a mantenere il suo valore anche se usato: sul sito oroediamanti.it è infatti possibile conoscere le quotazioni oro in modo da farsi un’idea sul valore dei propri oggetti in oro. Le sue performance sono una valida alternativa soprattutto in epoca di tassi di interesse pari a zero o negativi e la sua quotazione varia spesso nell’arco dei giorni.

Fonte di ricchezza e grandezza di Stati e potentati fin dall’antichità, alleato imprecindibile per consolidare patrimoni e accrescere potere, l’oro ricopre da sempre una funzione insostituibile.
Non bisogna mai trascurare infatti, come in tempi in cui la ricchezza o i debiti si misurano in titoli di stato e prestiti obbligazionari, la solidità monetaria degli Stati viene ancora misurata dalle riserve auree, a testimonianza dell’importanza tuttora rivestita dal metallo giallo negli equilibri dell’economia mondiale. L’oro però, non è appannaggio solo delle casseforti degli Stati o di patrimoni multimilionari, ma è alla portata di piccoli e grandi risparmiatori.
Le possibilità di investire in questo metallo prezioso sono molteplici, e vanno dalle monete d’oro allo scambio virtuale di cfd collegati al valore dell’oro. In questo articolo però, verrà affrontato quello che probabilmente nell’immaginario collettivo, rappresenta lo strumento d’investimento in oro per eccellenza, ovvero i lingotti d’oro.

Chi non è avvezzo a questa forma di investimento, potrebbe credere, a torto, che i lingotti d’oro siano destinati ad essere un bene per pochi fortunati e che le relative quotazioni siano molto variabili. Questo articolo proverà al contrario ad illustrare le possibilità a cui possono accedere tutti coloro che, anche se non in possesso di grandi fortune, vogliano comunque destinare una parte dei loro risparmi all’acquisto di lingotti d’oro.
Da sempre simbolo di solidità, sono uno strumento scelto per investire i propri risparmi e cercare di presevare il proprio denaro dalle oscillazioni  dei mercati e dai rialzi dell’inflazione da molte famiglie e da piccoli investitori.

Come riporta il sito web http://oroediamanti.it i lingotti d’oro immessi sul mercato hanno tutti una purezza al 99,9%. Il loro prezzo è determinato oltre che dalle quotazioni dell’oro ovviamente, dal loro peso. Si va da lingotti di 5 grammi a lingotti da un chilo. Il prezzo quindi partirà dai 200 euro circa fino a poco meno di 40.000 euro per un lingotto da un chilo. È un investimento quindi accessibile per chiunque abbia poche centinaia di euro da investire così come qualche decina di migliaia di euro. La possibilità di possedere un bene tangibile come un lingotto d’oro è una garanzia notevole, in un mondo che tende a privilegiare, non sempre con ottimi risultati di resa in termini di guadagni, investimenti finanziari per loro stessa natura immateriali. Avere dei lingotti d’oro significa essere sempre in grado di comprendere e misurare con certezza il peso del proprio investimento, senza la necessità di leggere grafici astrusi o incomprensibile documentazione informativa. Per sapere infatti quanto vale il vostro lingotto vi sarà sufficiente seguire le quotazioni dell’oro e poiché il vostro lingotto è oro al 99,99% , non vi servirà altro da sapere.

Check Also

Truffe criptovalute, dalle promozioni ingannevoli alle vendite piramidali

Il rischio di un nuovo crollo finanziario passa per le criptovalute. A scriverlo è stato …