Home / Salute / Mal di schiena, rimedi naturali come Aloe Forever Freedom
aloe freedom cosa è

Mal di schiena, rimedi naturali come Aloe Forever Freedom

Aloe Forever Freedom, il rimedio naturale per eccellenza, si è rivelato molto valido anche contro il mal di schiena un disturbo che, e possiamo affermarlo senza tema di smentita, prima o poi abbiamo avuto tutti nella vita. Questa patologia riguarda in Italia circa 20 milioni di persone, non a caso nel nostro Paese il “mal di schiena è la prima causa di assenteismo dal lavoro e la seconda di invalidità permanente.

Le cause del mal di schiena

Genericamente con “mal di schiena” è identificato un sintomo nevralgico di svariate tipologie di affezioni perciò di questa malattia c’è chi ci soffre di più e chi di meno. Questo dipende da tante ragioni: la costituzione fisica, la predisposizione, un lavoro più o meno usurante e così via.

Tra l’altro un lavoro usurante, dal punto di vista strettamente del mal di schiena, potrebbe essere considerato anche il lavoro di ufficio. Assumere una postura non corretta quando si lavora al computer, oppure non essere dotati di una sedia ergonomica, sono elementi che possono diventare fondamentali per insorgere o all’aggravarsi di un certo tipo di mal di schiena.

Così come, ovviamente, chi svolge un lavoro di tipo materiale, ha molta più predisposizione a sforzare la colonna vertebrale, ad esempio un operaio impegnato quotidianamente a spalare.

E ancora. Un atleta che faccia un certo tipo di sport di natura fondamentalmente asimmetrica, come il tennis, ha anch’egli una maggiore possibilità di sviluppare dolori articolari, rispetto ad altri.

La casistica è davvero molto varia. Una cosa è però assodata: per affrontare la problematica, le risorse e i rimedi sono tantissimi. L’importante è prima avere una diagnosi il più possibile corretta su cosa si ha, e poi dedicarsi alle cure del caso.

Mal di schiena, sintomi

Il mal di schiena può presentarsi, come dicevamo, in vario modo. Ad esempio, quando il dolore è localizzato nella zona del basso dorso, tra i bordi dell’arcata costale e i limiti dei muscoli glutei, si ha una tipica lombalgia.

Poi esistono i disturbi a carattere più prettamente ortopedico, come l’artrosi lombare, l’ernia del disco, la scoliosi, l’osteoporosi. E ci sono dolori legati a patologie che riguardano le affezioni neurologiche e intraddominali, e l’apparato urogenitale.

In tutti questi casi il primo sintomo è naturalmente il dolore, che può manifestarsi con fitte più o meno acute, sia a carattere continuativo sia periodico.

E il dolore di solito non si ferma al punto esatto in cui origina il problema, ma tende a irradiarsi in direzione dei glutei. Il dolore medesimo è causato dalla stimolazione del nervo e sovente si manifesta insieme a una contrattura riflessa dei muscoli paravertebrali.

In buona sostanza, si ha una sorta di blocco, quasi localizzato, che ci fa assumere posizioni innaturali, molte delle quali hanno natura antalgica, cioè tendono naturalmente a manifestarsi per contrastare il dolore stesso.

La cervicalgia

Poi c’è un tipo di mal di schiena più raro, ma sempre importante. Si tratta di quello a livello dorsale, e quando insorge in forma acuta, interessa le arcate costali, a volte giungendo anche allo sterno e manifestando difficoltà respiratorie.

Come altro esempio, abbiamo la cervicalgia, che comporta forti dolori all’altezza della cervicale. Non sono rare le irradiazioni in direzione delle braccia e delle spalle.

La cervicalgia insorge per vari motivi, quali ad esempio posture errate, colpi di freddo, e addirittura eccessivi stati di stress e ansia. Non di rado questa patologia si manifesta con mal di testa e, nei casi più gravi, con vertigini, senso di nausea, acufeni, confusione mentale.

Il torcicollo

Esiste poi il famoso torcicollo. In questo caso, viene inibita la possibilità di muovere correttamente la testa a destra o a sinistra. Le cause del torcicollo sono ascrivibili nella maggior parte dei casi a colpi di freddo, magari in macchina col finestrino aperto; oppure a movimenti repentini e bruschi, o ancora a una prolungata postura scorretta. Ovviamente, il tutto è accompagnato da dolore, quando muoviamo il collo stesso.

Ma, di là dalla tipologia più specifica di un certo tipo di mal di schiena e dell’analisi delle relative cause, c’è anche un’altra importante riflessione da fare. Certamente l’eccessiva sedentarietà e il sovrappeso contribuiscono in maniera molto importante sia all’insorgere della patologia, sia all’eventuale sviluppo di essa in termini peggiorativi.

La diagnosi

Come arrivare a una corretta diagnosi? La diagnosi è prettamente clinica. Prima, all’insorgenza dei sintomi, ci si recherà dal medico; non necessariamente quello specialistico, ci si può rivolgere tranquillamente anche al nostro medico di famiglia.

Successivamente, dopo una prima, anche sommaria diagnosi, il medico stesso deciderà se affidarci a una diagnostica strumentale che, a seconda dei casi, può essere individuata in una radiografia, in una Tac o in una risonanza magnetica.

Lo stesso medico deciderà poi se è opportuno che ci rivolgiamo a uno specialista, oppure prescriverà un percorso terapeutico a suo modo di vedere idoneo. In questo caso i metodi di cura tradizionali sono i più vari, come laser, tecar, ultrasuoni, rieducazioni motorie, manipolazioni vertebrali, corsi di ginnastica posturale, esercizi vari per il mal di schiena, terapie infiltrative e quant’altro.

Rimedi naturali: mal di schiena, cosa prendere?

D’altro canto esistono varie modalità di approccio alla problematica. Contro il mal di schiena, per esempio, i rimedi naturali rappresentano un’alternativa molto valida.  In generale, un approccio corretto è quello alimentare. Per il sistema osteoarticolare un’alimentazione sana è importante. Sono consigliati legumi, cereali integrali, pesce, carne bianca, semi oleosi, frutta di stagione e verdura.

Esistono poi molti rimedi di tipo fitoterapico. Solo per citarne qualcuno.

Arnica Montana: è un estratto oleoso che si ottiene dalla macerazione dei fiori di arnica. L’olio di arnica, per uso esterno, è molto utile in caso di strappi, contusioni, mal di schiena dovuto a stiramenti.

Pino Mugo, o Pinus Montana: si tratta di un antinfiammatorio cartilagineo utile per artrite, artrosi articolare, e anche mal di testa, acuto e cronico. Il Pino Mugo è un ottimo stimolatore delle funzioni osteoblastiche.

Fiori di Bach, utili anche per i fattori di tipo emotivo e atteggiamenti caratteriali che portano a eccessiva rigidità. Il conseguente stress accumulato può scaricarsi anche sulla schiena.

Infine, segnaliamo un ottimo prodotto che permette di mantenere in buono stato le articolazioni agendo soprattutto a livello delle cartilagini: Aloe Forever Freedom.

Il prodotto della Forever Freedom, a base di Aloe Vera, è un valido supporto per chi ha problemi alla schiena, alle articolazioni, anche per atleti, proteggendo da eccessivo stress fisico. La bevanda difende dall’invecchiamento delle articolazioni, è di facile assorbimento, non contiene glutine e ha un gradevole gusto di arancia.

Aloe Forever Freedom contiene vitamina C, Glucosamina, Metil sulfonil Metano, Condroitilsolfato, oltre ovviamente ai benefici principi attivi contenuti nelle foglie dell’Aloe Vera.

Il prodotto della Forever Freedom è venduto in confezione da un litro. Prima di utilizzarlo, bisogna agitarlo bene. Le dosi consigliate sono di circa 40 ml di prodotto al giorno. Per farlo durare più a lungo, è ovviamente consigliabile conservare Forever Freedom in frigorifero o comunque sempre in un ambiente fresco.

In buona sostanza, per affrontare in maniera corretta il problema del mal di schiena, in molti casi, e ferme restando le visite necessarie e gli eventuali esami del caso, possono essere sufficienti un approccio di esercizi fisici e un buon prodotto a sostegno, come Aloe Forever Freedom. E attenti al peso corporeo, ovviamente.

Fonte articolo: www.aloeverasalutebenessere.com

 

Check Also

Impianti bilaterali simultanei: innovazione della chirurgia protesica

In Italia, la tecnica mini invasiva della chirurgia protesica ortopedica aumenta gli sforzi ed i …