Home / Sport / Basket, dopo la Serie A al via le convocazioni in Nazionale

Basket, dopo la Serie A al via le convocazioni in Nazionale

10° giornata Serie A: Brescia cade con Sassari, Torino batte Milano e aggancia le seconde. Al lavoro a Cremona l’Italia2 di Meo Sacchetti.

Stop del Brescia col Sassari

Nella decima giornata di Serie A, il Brescia ha incassato il primo ko della stagione. La capolista, dopo nove vittorie consecutive, cade per la prima volta in campionato battuta in casa da Sassari 78-79 dopo una partita al cardiopalma riportata minuziosamente da Sky Sport: nel primo quarto, Jones dalla parte sarda e Landry da quella lombarda si lanciano la sfida, poi Bamforth che tiene avanti la Dinamo e Hunt. Brescia sembra prendere il largo nella ripresa con la connection tra Luca e Michele Vitali che dà ai padroni della classifica 9 punti di vantaggio, ma non è finita. Bamforth prima e Atcher poi firmano la parità per Sassari quando manca un solo minuto, dall’altra Luca Vitali rimette tutto in discussione ma a decidere è Bamforth dalla lunetta. Ha segnato il primo e sbagliato di proposito il secondo. Brescia non riesce a concretizzare l’ultima azione e Sassari espugna il Palageorge. Un risultato forse inaspettato, ma nessuno approfitta dello scivolone della prima squadra della Serie A Basket.

Male Venezia, Cremona, Milano

Le tre antagoniste della squadra bresciana non colgono l’occasione: Venezia ha perso in casa con Reggio Emilia senza Della Valle per 66-68. I campioni d’Italia hanno provato a reagire allo svantaggio, prima Peric e poi Orelik hanno ribaltato la situazione con Haynes che firma il sorpasso. De Vico vanifica gli sforzi, visto che la sua tripla vale il +1 che diventa +2 con il libero di White che sbaglia. Meno drammatico il finale tra Cremona e Avellino. Partita decisa tutta nel terzo quarto coi lombardi che costruiscono il parziale di 22-11 che decide la sfida, finita 86-73.Netta anche la sconfitta di Milano a Torino: il parziale decisivo arriva nel terzo quarto nel quale l’Olimpia segna solo 8 punti contro i 20 dei padroni di casa che, dopo aver trovato il ritmo con Patterson e aver rintuzzato il ritorno milanese dettato dai Tarczewski e Jerrells, scatena vicino a canestro Mbakwe che chiude virtualmente la partita. Il 71-59 finale eleva la squadra milanese come una delle inseguitrici del Brescia.

Italia2 al lavoro a Cremona

Archiviata la Serie A Basket, oggi si parla di Italia2: il mini raduno della Nazionale a Cremona con il coach Meo Sacchetti e il suo staff si compone di 15 giocatori convocati, di cui 14 di A2 e solo Riccardo Bolpin della Reyer Venezia, unico rappresentante del campionato Serie A. Scopo dell’incontro è osservare giovani atleti che possano far parte del gruppo, anche se non si incontrano domenica sui campi di A. Sacchetti vuole che sin da subito i giovani si sentano parte di un gruppo e possano diventare bramosi di indossare la canotta azzurra, in modo da farli diventare giocatori importanti grazie agli stimoli e al lavoro duro. E, in fondo, il valore va oltre l’età scritta sulla carta di identità. I convocati di Cremona sono Tommaso Baldasso (Virtus Roma), Lorenzo Bucarelli (Cagliari), Francesco Candussi (Mantova), Lorenzo Caroti (Reggio Calabria), Tommaso Guariglia (Agrigento), Marco Laganà (Latina), Matteo Martini (Legnano), Tommaso Oxilia (Piacenza), Luca Severini (Casale Monferrato), Amedeo Vittorio Tessitori (Biella), Marco Timperi (Mantova), Mattia Udom (Verona) e Ruben Zugno (Agrigento). Unico assente giustificato, Leonardo Totè (Verona), causa influenza.